Come scegliere un lettore di codice a barre industriale

Come scegliere un lettore di codice a barre industriale

Cognex mette a disposizione delle aziende i suoi lettori di codici a barre DataMan che si differenziano sul mercato per precisione, velocità, resistenza e capacità di comunicazione.

La selezione del lettore di codici a barre più adeguato alle nostre esigenze deve partire da un’analisi approfondita della propria applicazione: la tipologia di barcode che dovrà essere letto, la velocità della linea di produzione, la distanza tra il lettore e il codice, l’ambiente di lettura dei codici a barre, il protocollo di comunicazione utilizzato e l’operazione eseguita (registrazione dei movimenti di magazzino, lettura di etichette sulla linea, etc.).

Tipologia di codice

I codici da scansionare possono essere di diversa tipologia: 1D o 2D. Un lettore capace di identificare un codice 2D sarà in grado anche di leggere un codice 1D, mentre non è vero il contrario. I codici 1D sono i più diffusi in ambito industriale e consistono in una sequenza di numeri e lettere rappresentata graficamente da diverse barre verticali. I codici 2D, invece, contengono sequenze sia verticali che orizzontali di informazioni. La scelta del lettore di codici a barre Cognex può quindi avvenire sulla base della tipologia di prodotto o del settore industriale interessato.

Velocità della linea

Ogni volta che un prodotto viene manipolato da una macchina/impianto, è possibile che il codice a barre venga danneggiato o deformato. Per questo motivo è importante che il proprio lettore abbia una buona prestazione di lettura. Quest’ultima si calcola dividendo il numero di codici a barre letti in maniera adeguata per il numero di tentativi. Più la percentuale si avvicina al 100% e maggiore è la qualità della prestazione del barcode reader. La scelta del lettore può quindi essere effettuata in base alla risoluzione che si vuole ottenere dalla scansione del codice.

Luogo di utilizzo

Altri due fattori che possono influenzare la scelta di un lettore di codici a barre sono la distanza tra il lettore e il codice e l’ambiente di lavoro in cui viene posizionato il lettore. Cognex suddivide i suoi Barcode Readers in lettori fissi o manuali. Se l’obiettivo è quello di leggere etichette che si trovano su prodotti che scorrono velocemente su di un nastro trasportatore, la scelta ricadrà su un lettore fisso. Se invece il lettore deve essere utilizzato per operazioni di magazzino o controllo del materiale in entrata o in uscita, è consigliabile un lettore manuale.

Comunicazioni e Robustezza

I dati memorizzati dal lettore (informazioni e immagini da archiviare) vengono trasmessi nella rete aziendale. La gestione può avvenire secondo diversi protocolli di comunicazione: Ethernet, USB, RS-232, discrete I/O, Ethernet/IP, PROFINET e Modbus TCP/IP. La scelta del lettore Cognex, in questo caso, avviene in base a come si vuole semplificare l’integrazione tra lettore e rete industriale.

Inoltre a seconda dell’ambiente industriale, più o meno ostile, è necessario verificare la robustezza del lettore utilizzato.

Riportiamo di seguito le diverse tipologie di lettori di codici a barre industriali Cognex:

  • Lettori di codici a barre fissi serie DataMan: facilità d’uso e convenienza
  • Lettori di codici a barre manuali serie DataMan: tecnologia avanzata per la lettura dei codici 1D e 2D
  • Terminali mobili MX: dispositivi per la lettura di codici a barre mobili e per terminali mobili con visione industriale
  • Verificatori di codici a barre DataMan: verificano la conformità alla qualità del codice
  • Lettori di codici a barre con protezione dalle scariche elettrostatiche DataMan: evitano danni costosi sui dispositivi elettronici (protezione in plastica delle parti esterne, rivestimento antistatico sugli elementi ottici)

Scopri nel dettaglio tutti i prodotti DataMan Cognex 

Vai al catalogo prodotti online Cognex