INTELLIGENZA ARTIFICIALE: QUESTA SCONOSCIUTA!

INTELLIGENZA ARTIFICIALE: QUESTA SCONOSCIUTA!

Si parla molto oggi di Intelligenza Artificiale, ma noi, aziende “normali”, abbiamo come l’impressione che questa sconosciuta sia ancora molto lontana dalle nostre pratiche quotidiane. Oggi però proviamo a dimostrarvi il contrario.

A cosa può servire nelle realtà più piccole, una tecnologia così innovativa? Il lavoro principale dell’intelligenza artificiale è quello di consentire ai dispositivi a cui è applicata di individuare anomalie durante l’attività di produzione industriale in maniera predittiva. Un processo basato sull’auto-apprendimento della struttura del sistema industriale con l’obiettivo di identificare scostamenti rispetto a parametri predefiniti.

Cosa troviamo alla base dell’a.i. (artificial intelligence)? I dati! Prima di tutto è necessario che l’azienda abbia iniziato quello che si definisce un processo di trasformazione digitale. Cosa significa? Banalmente si tratta dell’utilizzo di strumenti in grado di raccogliere i dati dalla propria attività produttiva così che possano essere processati e analizzati (tramite la pratica del machine learning) prima che gli stessi vengano utilizzati per migliorare le nostre decisioni di produzione industriale.

A questo punto non sarà più difficile affidarsi ad una tecnologia che automatizzi processi, renda più veloce il processo decisionale creando nuove opportunità e velocizzi la risoluzione di problemi ottimizzando i modelli di produzione.

Tante parole ma preferite i fatti?

Ecco un esempio di intelligenza artificiale proposto da Rockwell Automation. Un modulo aggiuntivo di Intelligenza Artificiale (AI) per il controller ContrlLogix: FactoryTalk® Analytics ™ LogixAI ™.

Un nome molto complesso per indicare un modulo capace di apprendere dall’applicazione ControlLogix e di trasformare i dati raccolti in informazioni utili per rilevare anomalie sulle prestazioni (il modulo crea un modello di funzionamento normale per rilevare le anomalie) oppure per fungere da sensore virtuale (il modulo crea un modello a partire da dati esistenti per stimare un altro valore).

Come funziona?

  • Prima selezioni gli output del controllore che ti interessa monitorare (esempio: generatore, pompa..)
  • Poi scegli le variabili input di controllo attraverso specifici tag
  • In ultimo entra in gioco il FactoryTalk® Analytics ™ LogixAI ™, il quale determina quali sono gli input correlati ai tuoi output

Scopri QUI come funziona nel dettaglio l’apprendimento automatico del modulo!

La trasformazione digitale è un valore aggiunto per tutte le aziende italiane, anche quelle di piccole dimensioni! Inizia anche tu il processo di modernizzazione insieme a partner affidabili come Rockwell Automation. L’intelligenza artificiale migliorerà la tua attività produttiva!

Visita la nostra pagina Rockwell Automation per restare al passo con le ultime novità!